Nami

Salute:489.32 Rigen. Salute:5.5 Mana:377.24 Rigen. Mana:11.5 Attacco fisico:51.208 Veloc. d'attacco:0.644 Armatura:29 Resist Magica:30 Gittata:550 Veloc. di movimento:335
Abilità

Passiva: Maree dirompenti
Quando le abilità di Nami colpiscono un campione alleato, guadagna velocità di movimento per un breve periodo di tempo.

Q: Prigione acquatica
Invia una bolla verso un'area bersaglio, infliggendo danni e stordendo i nemici all'impatto.

W: Flusso e riflusso
Emette un getto d'acqua che rimbalza tra campioni alleati e nemici, curando gli alleati e danneggiando i nemici.

E: Benedizione delle maree
Potenzia un campione alleato per una breve durata. Gli attacchi base dell'alleato infliggono danni magici bonus e rallentano il bersaglio.

R: Mareggiata
Evoca un'immensa mareggiata che sbalza in aria i nemici, li rallenta e li danneggia. Gli alleati colpiti ottengono il doppio dell'effetto di Maree dirompenti.

Consigli da alleato

  • Prigione acquatica ha un tempo di ricarica lungo, assicurati di usarla al momento giusto.

  • Usare Flusso e riflusso durante uno scontro con campioni nemici potrebbe invertire le sorti della battaglia in tuo favore.

  • L'abilità suprema di Nami può essere utile a ingaggiare campioni lontani.

Consigli da avversario

  • Prigione acquatica è una una potente abilità con un lungo tempo di ricarica, approfittane se Nami l'ha già usata.

  • Mareggiata ha una gittata piuttosto lunga ma è lenta, tieni gli occhi aperti quando arriva per poterla evitare.

  • Evita di combattere un nemico affetto da Benedizione delle maree. L'effetto dura poco, quindi aspettare può essere la soluzione migliore.

Storia

Nami, una risoluta vastaya del mare, fu la prima della tribù Marai a lasciare l'acqua per avventurarsi sulla terraferma, quando venne infranto l'antico patto con i targoniani. Costretta dagli eventi, ha deciso di completare da sola il rituale sacro per assicurare la sicurezza del suo popolo. Nel caos di questa nuova era, Nami affronta un futuro incerto con coraggio e determinazione, utilizzando la sua asta dello Spirito delle maree per evocare la forza degli oceani.